Le comunità possibili

Le comunità possibili.

Salute mentale e partecipazione dalla chiusura dei manicomi alla ricostruzione de L’Aquila.

Nei giorni successivi al terremoto dell’Aquila, il 6 aprile 2009, ai responsabili del Dipartimento di salute mentale della ASL cittadina viene fatta pervenire la proposta di costruire una tendopoli specifica, distante dalle altre, riservata ai servizi e ai loro pazienti. La preoccupazione della Protezione Civile è, in qualche maniera, che la presenza dei “matti” in mezzo ai comuni cittadini possa creare problemi nella gestione dell’emergenza. La risposta è un secco diniego: in Italia la salute mentale oggi non si fa rinchiudendo o isolando i pazienti in strutture apposite, ma favorendone il reinserimento nella comunità. E’ un’idea che prende le mosse dalle prime chiusure degli ospedali psichiatrici all’inizio degli anni 70, a partire dall’esperienza del manicomio di Gorizia, allora diretto da Franco Basaglia. Le pratiche partecipative e di cittadinanza nate in quel contesto, infatti, uscendo dalle mura degli ospedali, si intrecciarono e si ibridarono proprio in quegli anni con la contemporanea riscoperta del territorio da parte degli operatori della sanità, della scuola, dell’urbanistica, della medicina del lavoro, dei media. Luciano Carrino, psichiatra, che oggi lavora nella cooperazione allo sviluppo, ci illustra il lungo percorso che porta dal superamento dell’ospedale psichiatrico alla lotta contro l’esclusione sociale, e via via fino allo sviluppo umano, attraverso il racconto dell’esperienza del Centro di Medicina Sociale di Giugliano e di alcuni programmi di cooperazione allo sviluppo nei paesi del terzo mondo. Un percorso fatto spesso di sperimentazioni del tutto innovative che, soprattutto nella gestione delle emergenze del dopo terremoto in Irpinia, e più recentemente in Abruzzo, hanno un intercambio fecondo con i movimenti dei cittadini, politici e civici. in collaborazione con il University College of London 2011 filippo tantillo; durata 47′

Questa voce è stata pubblicata in my videos. Contrassegna il permalink.

I commenti sono chiusi.